corso2010

Corso base di fotografia

Corso base di fotografia

Il Photoclub Eyes BFI di San Felice sul Panaro (Mo)

organizza un CORSO BASE DI FOTOGRAFIA

in 9 lezioni teoriche più esercitazioni pratiche
Il corso si terrà presso la sede del Photoclub Eyes BFI
nei locali del Centro Culturale Opera
in Via M. Montessori 39
a San Felice sul Panaro (Mo)

Con il Patrocinio della FIAF
(Federazione Italiana Associazioni Fotografiche)

Inizio lezioni Giovedì 22 Febbraio 2018 ore 21.00
(si terranno il Giovedì dalle ore 21 alle ore 23)

Per info e iscrizioni 370 3003876 (ore serali) e-mail: posta@fotoincontri.net

Argomenti del corso
La fotografia digitale - Gli apparecchi fotografici - Obiettivi e accessori - La coppia tempo/diaframma
Luce e temperatura colore - Composizione e fotografia creativa - Lettura dell'immagine - Elaborazioni digitali.
Inoltre, esercitazioni pratiche di ripresa ed elaborazione digitale.

Relatori del corso
Vanni Monelli AFI (Artista della Fotografia Italiana) BFI (Benemerito della Fotografia Italiana)
Roberta Paltrinieri Animatrice del Dipartimento Cultura FIAF

Patrizia Digito Curatrice di mostre e Collaboratrice rivista FOTOIT
Michele Luppi socio del Photoclub Eyes

Andrea Angelini

Andrea Angelini Ospite: Il tempo

Andrea Angelini

Andrea Angelini

Nelle serate del 5 febbraio e del 5 marzo, avremo il piacere di ospitare Andrea Angelini che ci parlerà del Tempo.

Una poesia, due quadri, una canzone, un videoclip, due romanzi, un audiovisivo, una scultura, due spezzoni  di film e qualche fotografia per raccontare un concetto filosofico: “IL TEMPO”.

Andrea Angelini conduce un laboratorio composto da due serata all’insegna del confronto e del dibattito in cui ogni partecipante diventa parte attiva della ricerca sulla comprensione del tema trattato.

Durante il primo incontro, di lunedì 05 Febbraio, Andrea ci proporrà alcune opere per approfondire l’argomento analizzato: “il tempo” con il fine di stimolare la riflessione su come tutte le arti vengano contaminate dal pensiero filosofico, che diventa elemento trainante per la ricerca artistica di tanti autori diversi tra loro. Ogni media ed ogni linguaggio, in maniera differente, riesce a contribuire ad una maggiore interpretazione del concetto filosofico “Tempo” e della sua molteplice percezione.

Nella seconda serata, di lunedì 05 marzo, saranno gli stessi partecipanti al laboratorio che potranno proporre, durante una visione e lettura collettiva, un loro contributo per approfondire, il tema stesso, attraverso una loro fotografia, una immagine amata, un pensiero o altro contributo artistico.

Ogni partecipante diventa parte attiva del laboratorio in quanto per giungere le tante possibili conclusioni occorrerà il  contributo di tutti. Nessuna verità verrà raggiunta e nessuna conclusione sarà possibile. Resterà però la consapevolezza che per utilizzare il linguaggio fotografico occorre farsi trasportare dalle emozioni e farsi contaminare dai tanti stimolo che il mondo ci propone ogni giorno.

“Cos’è il tempo? Chi saprebbe spiegarlo in forma piana e breve? […] se nessuno m’interroga, lo so; se volessi spiegarlo a chi m’interroga, non lo so”.  (Sant’Agostino, Le Confessioni, XI,14,17)

Foto Andrea Angelini – dal portfolio: “Mancanza di tempo”

Biografia dell’autore

Angelini Andrea, nasce nel 1968 a Forlì, vive a Fratta Terme di Bertinoro, fotografa dal 1995.

Dal 2002 al 2011 ricopre la carica di Delegato Provinciale FIAF per le province di Forlì-Cesena.

Premio Fotoconfronti di Bibbiena nel 2006 con “I sommersi e salvati,  Premio Portfolio in rocca nel 2007 a San Felice sul Panaro con “Le opere ei giorni”.

Nel 2007 viene invitato a partecipare al libro Almanacco di Forlì come testimone fotografico.

Nel 2007 partecipa al progetto “Itinerari fotografici – Artisti e luoghi della creatività” per la prov. di Forlì Cesena (FC).

Opere Segnalate circuito Portfolio Italia nel 2006 e nel 2010. Nel 2008 viene invitato ad “Obiettivo Trentino Fototrekking” per fotografare il territorio di Riva del Garda e dintorni.

Nel 2009 insieme ad altri 8 autori romagnoli fonda l’associazione Tank Sviluppo Immagine di cui è ancora presidente.

Mostre personali a Sassoferrato FacePhotoNews con i suoi lavori sul concetto di tempo nel 2011, 2012 e 2013.

Nel 2015-2016 è stato incaricato dalla FIAF di svolgere la carica di Coordinatore Artistico Regionale (CAR) Emilia Romagna per il progetto nazionale Tanti per Tutti. Nel progetto Tanti per Tutti viene incaricato come Testimonial SAMSUNG. Segue inoltre, come Tutor, alcuni autori partecipanti al progetto Tanti per Tutti.

Nel 2015 è finalista a Bibbiena al Premio Crediamo ai tuoi Occhi.

Nel 2016 Pubblica il suo primo dummy con Luca Panaro dal titolo Physy #1-#2

Dal 2015 è lettore FIAF nei tavoli di Portfolio Italia (Bibbiena 2015 – Congresso FIAF Merano 2016).

 

Sito web: http://angeliniandrea.photo/

Fb: https://www.facebook.com/andrea.angelini.1848

images

Minicorso di Camera Obscura

Camera Obscura

Camera Obscura

Minicorso di Camera Oscura
SVILUPPO e STAMPA in BIANCO&NERO

Tre lezioni teorico-pratiche precedute da una serata pre-corso, sulla fotografia in bianconero, il trattamento del negativo e sulla stampa su carta argentica con i sistemi analogici basati sull'utilizzo di sostanze chimiche.

 

Giovedì 8 Febbraio ore 21.00
Indicazioni operative per un miglior approccio alla fotografia in bianconero, acquisto e manutenzione della fotocamera analogica.

Lunedì 12 Febbraio ore 21.00
La fotografia in bianconero, i generi fotografici, i filtri e le pellicole.

Giovedì 15 Febbraio ore 21.00
Materiali per lo sviluppo e la stampa, sostanze chimiche, tecniche di manipolazione della pellicola, le fasi dello sviluppo del negativo e variabili a disposizione per uno sviluppo mirato.
Ingranditore e strumenti per la stampa, le fasi della stampa, procedura corretta per il massimo controllo dei risultati, stampa creativa, trattamento dei materiali.

Data da concordare
Prove pratiche di stampa

 

A cura dei Dipartimenti Didattica e Camera Oscura

immagine-per-sito-s

Galleria FIAF “Questione di attimi” di Stefano Mirabella

locandina-mirabella-per-sito

 

Questione di attimi

La fotografia, secondo il mio pensiero, è la sintesi tra la rappresentazione della realtà e la capacità di trascenderla. Il quotidiano e la strada sono un teatro incredibile dove il fotografo è allo stesso tempo attore e spettatore.
Un palcoscenico ricco di situazioni, di persone e di aneddoti che vanno visti e colti. L’imponderabilità, l’anarchia e l’imprevedibilità, sono fattori determinanti che rendono l’indagine fotografica difficoltosa, ma assolutamente affascinante.
La curiosità e la vivacità dello sguardo sono alla base di ogni buona fotografia e si trasformano in un occasione irripetibile per vivere il quotidiano con uno spirito diverso. Senza questo spirito ogni scena rischierebbe, come spesso accade, di essere già vista e rivista.
Tutti gli scatti in mostra sono stati realizzati nella città in cui vivo da sempre, Roma. Questo non vuole essere per forza un filo conduttore, ma è assolutamente importante per me. Vedere qualcosa di nuovo in un luogo che, per i miei occhi è “vecchio”, è una sfida che mi appassiona e mi spinge ogni giorno a camminare.
Perché è solo camminando e osservando che un fotografo che ha scelto la “strada” può continuare a scattare e a meravigliarsi.
Credere sempre e comunque che dietro l’angolo si nasconda la scena che aspettiamo da sempre, d’altronde è solo questione di attimi.

Stefano Mirabella

 

 

Stefano Mirabella è nato e vive a Roma dal 1973, nel 2003 muove i primi passi nel mondo della fotografia frequentando alcuni corsi nelle migliori scuole di Roma. Subito dopo inizia un percorso fotografico personale, che lo vede impegnato nel reportage sociale, numerosi i viaggi fotografici all’estero: Thailandia, Cambogia, Laos, Birmania, India, Siria e territori occupati palestinesi. Queste esperienze danno vita ad alcune mostre personali e pubblicazioni varie. La passione per la fotografia lo porta a intraprendere la strada dell’insegnamento, tiene costantemente corsi di fotografia avanzati e di base, individualmente o per conto di associazioni e scuole.

Dal 2012 pratica la Street Photography. Entra subito a far parte del collettivo italiano Spontanea. Vive la fotografia di strada come un’opportunità per stare tra la gente e riscoprire la sua città. Predilige quel tipo di fotografia che è in bilico tra la voglia di rappresentare la realtà e il desiderio di trascenderla.

Ama profondamente il genere e cerca di condividerlo tramite l’insegnamento, è docente presso diverse associazioni fotografiche. Vincitore del Leica Talent 2014 è diventato Leica Ambassador e docente Leica dal 2015.

2017 Mostra personale “Quattordici” – Leica Store Roma
2016 Mostra personale “Il Cielo in una stanza” – Honos Art
2016 Finalista al Brussel Street Photography Festival
2016 Giudice al Festival di Fotografia Internazionale di Orbetello
2015 Giudice al Miami Street Photography Festival
2015 Finalista al Siena International Photo Awards
2015 Vincitore del Leica Talent
2014 Finalista al Miami Street Photography Festival
2013 Finalista al Miami Street Photography Festival
2013 vincitore del primo premio al concorso internazionale di Street Photography “Where Street Has No Name”

www.stefanomirabella.com